Del Nizza, della Barbera e della resilienza

Dall’inizio di questo nuovo anno, il tempo per dedicarmi alla scrittura e alla lettura è stato davvero ridotto all’essenziale azione di svolgere documenti, così come la lontananza dal vino mi ha ricordato quanto possa esser triste l’anima temperante di un astemio, tanto quanto lo sia quella cupa di chi eccede all’opposto. Ho parlato spesso dellaContinua a leggere “Del Nizza, della Barbera e della resilienza”